20 Marzo 2018

La Germania e il porto di Gioia Tauro. Migliaia di chilometri di distanza ma assai vicine nonostante la distanza. Perché? Presto detto. Certo di Nenni, De Gasperi e Togliatti non se ne vedono in giro, ma neanche i vituperati Craxi, Andreotti o Berlinguer possono essere lontanamente paragonati agli attuali leader politici; forse, è anche per questo che la Germania, tanto per accennare all’ Europa, è riuscita laddove non era riuscita nel corso dei secoli: governare il continente con la forza e l’arroganza del suo sistema economico, imponendo sacrifici ai popoli mediterranei e non rispettando le regole che pretende di far rispettare agli altri.

Pino Zito è stato rinconfermato alla guida della Uil pensionati di Reggio Calabria. Lo hanno stabilito i delegati al congresso di categoria che si è tenuto presso la sala delle conferenze dell’hotel “La Lampara” di Pellaro. Lo affiancheranno nell’opera di conduzione della categoria: Masino Laurendi, Michele Furfaro, Giuseppe Talia, Aurelio Guarnaccia, Annarita Mancuso e Antonio Praticò. “Questo è un momento in cui ha detto Santo Biondo, Segretario generale della Uil Calabria – deve prevalere la responsabilità nel sindacato rispetto al momento che sta attraversando il Paese e la Calabria anche dopo l’esito elettorale. Noi non soffriamo di smarrimento, qualunque sia il quadro politico che si configurerà perché la nostra bussola è stata e sarà il merito negli interessi che rappresentiamo per i pensionati, i lavoratori ed i cittadini calabresi”.